Benvenuti nel reparto IT

computer

Se lavorate in una grossa azienda vi sarà capitato di imbattervi nel "Reparto IT"; probabilmente l'avrete contattato per un computer che non si accendeva o non rispondeva ai comandi, quasi sicuramente l'avrete insultato perché non vi dedicava abbastanza tempo o perché parlava con tecnicismi incomprensibili.

Anche la mia firma per anni è stata Marco Riboldi - Reparto IT.

Ma ci siamo mai chiesti cosa voglia dire questa sigla? IT? 

IT è l'acronimo (in questo caso) di information technology, in ITaliano tecnologia dell'informazione.

Bene, ma che vuol dire?

L'IT è l'insieme dei metodi e delle tecnologie che vengono utilizzate per l'archiviazione, la trasmissione e l'elaborazione di dati e informazioni in ambito pubblico, privato e aziendale.

Ciò può avvenire attraverso l'uso di reti (reti aziendali, internet ecc.), elaboratori (PC, server ecc.) e attrezzature di telecomunicazione (router, smartphone, tablet, GPS ecc.).

In generale le tecnologie IT si dividono in tre settori: hardware, software e comunicazione digitale (ICT) 

Il termine IT si usa comunemente come sinonimo di computer e reti di computer, ma ricomprende anche altre tecnologie di distribuzione dell'informazione come la televisione, i telefoni e internet.

Quindi di cosa si occupa il Reparto IT?

L'Information Technology Association of America ha definito la tecnologia dell'informazione come: "lo studio, progettazione, sviluppo, applicazione, implementazione, sostegno o gestione di sistemi informativi basati sui computer".

Coloro che lavorano nel reparto IT amministrano le reti, sviluppano e installano software, pianificano e gestiscono il ciclo di vita della tecnologia della società, ovvero decidono quale hardware/software deve essere tenuto, aggiornato o sostituito.

Il valore commerciale della tecnologia dell'informazione risiede nell'automazione dei processi aziendali, nella fornitura di informazioni per la presa di decisioni, nel connettere le imprese con i loro clienti e nella fornitura di strumenti di produttività per aumentare l'efficienza.

Ad oggi è pertanto il reparto più utile e allo stesso tempo "malvisto" delle moderne aziende terziarie

 

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo e diffondi il verbo!

error: Contenuto Protetto !!